AFM 1-2008

AFM 1-2008

- Corrado Stajano, Maestri e infedeli. Ritratti del Novecento, Milano, Garzanti, 2008; per il ritratto, tra gli altri, di Sciascia. http://www.garzantilibri.it/default.php?page=visu_libro&CPID=2286- da "Segno" (mensile palermitano www.rivistasegno.it ), n. 287-288 (luglio-agosto 2007) un "Dossier su Cosa nostra" (pp. 95-124) a partire dalla pubblicazione del libro di Salvatore Lupo, Che cos'è la mafia. Sciascia e Andreotti, l'antimafia e la politica, Roma, Donzelli, 2007 (di cui si segnala, in particolare, il primo capitolo: L'affaire Sciascia), con interventi di Nino Fasullo, Alfio Mastropaolo, Piero Violante, Paolo Pezzino, Alessandra Dino.
Stendhal Intorno allo scrittore francese, milanese d’elezione, sono usciti diversi libri negli ultimi mesi: il terzo volume dei  Meridiani, con le opere dello scrittore adorato da Sciascia, Romanzi e Racconti, vol. III, a cura di M. Di Maio, traduzione di M. Cucchi, Milano, Mondadori, 2008; Autobiografia del signor me stesso, Genova, Il nuovo Melangolo 2007. Per la critica stendhaliana si segnala di Francesco Spandri, Stendhal. Stile e dialogismo, Macerata, Quodlibet 2007; oltre al "nostro" Gian Franco Grechi, Stendhal e Manzoni, Milano, La Vita Felice, 2007. In ambito narrativo merita una menzione il romanzo di Massimo Barone, Il console Stendhal, Roma,…
IL VERO E IL FALSO MORO, LEONARDO SCIASCIA, I DETRATTORI DI ALLORA, GLI "SMEMORATI" DI OGGI. A PROPOSITO DI GOTOR E NON SOLO... Di Valter Vecellio L'esperienza insegna che non ci si deve stupire e che anche l'evento più incredibile si può verificare, e tuttavia non si può nascondere che in questi giorni si è stati afferrati da un senso di meraviglia - sgomenta meraviglia, beninteso - nell'assistere a uno sconcertante ribaltamento ed occultamento della verità. In occasione del trentennale del rapimento di Aldo Moro e dell'uccisione della sua scorta, si è scritto e detto di tutto, e di tutto si…
Una bellissima testimonianza di Ottavio Rossani, giornalista del "Corriere della Sera".
Dovendo individuare un libro che possa rappresentare nel canone della letteratura italiana la narrativa di Leonardo Sciascia, il Giorno della civetta sarebbe senza dubbio la scelta più scontata, ma direi obbligata. Il romanzo, pubblicato nei «Coralli» di Einaudi nel 1961, è certamente l’opera sciasciana più diffusa,
di Nico PerroneMinuto, dritto, guardingo; ma al tempo stesso caldo, premuroso, pronto ad aprirsi, senza il sussiego del personaggio; la sigaretta sempre accesa, un vestitino rigato provincia meridionale anni cinquanta: Leonardo Sciascia mi appare così nella hall del suo albergo di Roma, vicino alla stazione Termini. Un maestro di paese fattosi scrittore di fama europea, ma che dell’umanità, del tratto del maestro conserva tanto, un uomo che crede nella ragione; una coscienza del nostro tempo, così povero di punti di riferimento; un uomo che conosce il sistema e lo smonta fin nei recessi più oscuri: perciò è inviso al potere…
Freschi di stampa: Marco Belpoliti, La foto di Moro, Roma, Nottetempo, 2008Giovanni Bianconi, Eseguendo la sentenza. Roma, 1978. Dietro le quinte del sequestro Moro, Torino, Einaudi, 2007Filippo Cavallaro, Hanno rapito Moro. Memorie a confronto, Bologna, Bononia University Press, 2008Andrea Colombo, Un affare di Stato. Il delitto Moro e la fine della Prima Repubblica, Milano, Cairo, 2008Miguel Gotor, curatore di Aldo Moro, Lettere dalla prigionia, Torino, Einaudi, 2008Stefano Grassi, Aldo Moro: un dizionario italiano, Milano, Mondadori, 2008Ferdinando Imposimato e Sandro Provvisionato, Doveva morire. Chi ha ucciso Aldo Moro. Il racconto di un giudice, Milano, Chiarelettere, 2008Giuseppe Lutiis, Il golpe di via…
In una notte speciale illuminata dalle lucciole e dalle parole di due grandi scrittori del nostro tempo è ambientato l’atto unico di  Roberto Andò, che ancora una volta attraverso il teatro, come già in passato ha fatto col cinema, interroga la Sicilia e uno dei suoi più emblematici testimoni, Leonardo Sciascia, qui interpretato da uno dei massimi esponenti del teatro di narrazione, Marco Baliani.Un debutto in prima nazionale dopo uno studio a Palermo per raccontare in scena due scrittori dell’azione e della verità, Sciascia e Pasolini, due protagonisti della parola e del pensiero che, attraverso un immaginario dialogo amicale a…
Cari amici, dopo peripezie che qui sarebbe lungo (e anche noioso) raccontarvi, ecco, finalmente ce l'abbiamo fatta a realizzare il primo numero di "A Futura Memoria", la newsletter dell'Associazione degli Amici di Leonardo Sciascia. E' uno strumento ulteriore che mettiamo a disposizione di tutti coloro che vogliono partecipare alle attività dell'Associazione e operare perché "la memoria abbia un futuro", ma vuole essere anche un luogo di discussione, di confronto libero da pregiudizi e schematismi, dove si abbia la libertà di contraddirsi e di contraddirci. Cercheremo di informarvi non solo delle nostre iniziative, ma anche di quanto si va pubblicando su…