Chi Siamo

Presidenti dell'Associazione dalla fondazione a oggi. Il presidente dell’Associazione non può, a norma di statuto, restare in carica per più di due esercizi successivi. Dalla fondazione i presidenti sono stati: Gesualdo Bufalino (1993)Giancarlo Vigorelli (1994)Massimo Onofri (1995)Luisa Adorno (1996 - 2000)Valter Vecellio (2000 - 2004)Erasmo Recami (2004 - 2006)Salvatore Silvano Nigro (2006 - 2009)Maria Pia Simonetti (2009)José Luis Gotor (2009 - 2011 )Renato Albiero (2011 )
Il Consiglio DirettivoRenato Albiero – PresidenteBruno Pischedda – Vice PresidenteCarlo Fiaschi– SegretarioFrancesco Izzo – ConsigliereSergio Piccerillo – ConsigliereTesoriereFederico GianniSegretario operativoPenny Brucculeri
Sommario Regolamento Assemblea Bilancio Consiglio di Amministrazione Revisori Segreteria Tesoreria Gruppi di lavoro
  L’Associazione Amici di Leonardo Sciascia è stata fondata il 26 giugno 1993 nelle stanze del Fondo Stendhaliano Bucci della Biblioteca Comunale, Palazzo Sormani, Milano. I soci fondatori, presenti all’atto costitutivo, sono stati:   Luisa                       ADORNOMaria Adelaide       AGLIETTA                               BIBLIOTECA COMUNALE, PALAZZO SORMANI, MILANOPietro                      FLORIOMarco                     BOATOPenny                     BRUCCULERIGesualdo                BUFALINOBruno                     CARUSOMaurilio                  CATALANOMassimo                 COLESANTIDomenico               FAROGian Franco            GRECHIEdo                         JANICHFrancesco                IZZOSilvana                    LA SPINAGianluigi                 MELEGAItalo   …
Articolo 1È costituita l’Associazione culturale, apartitica e apolitica, denominata: “Amici di Leonardo Sciascia”.L’Associazione ha sede legale in Milano.Il Consiglio Direttivo ha facoltà di istituire e sopprimere sedi secondarie in altre località del territorio nazionale.L’Associazione può, su delibera del Consiglio Direttivo, far parte o aderire a gruppi, associazioni od enti che perseguano scopi affini a quelli indicati nel successivo articolo 2, a condizione che tale adesione o partecipazione non comporti menomazione del principio di autonomia.La durata dell’Associazione è illimitata.Articolo 2L’Associazione non ha per oggetto l’esercizio di attività commerciali e non persegue finalità di lucro. Scopo dell’Associazione è concepire, realizzare e sostenere…
MODALITA' DI ADESIONE PER L'ANNO 2012   Coloro che intendono aderire all'Associazione Amici di Leonardo Sciascia, possono optare tra due formule:   1. Sottoscrizione del “Pacchetto completo” a fronte del quale i soci riceveranno: il volume "Troppo poco pazzi" (con DVD) della collana "Sciascia scrittore europeo" il Vol. 1 della rivista "Todomodo" (con DVD) la cartella della collana OMAGGIO A SCIASCIA XVII contenente un’incisione in tiratura limitata, numerata e firmata di Gaetano Tranchino e un’intervista a Leonardo Sciascia sull’arte contemporanea (solo per i soci “Pacchetto completo”)   Per l'acquisizione del “pacchetto completo” è stabilita la quota minima di euro 300,00.…
MODALITA' DI ADESIONE PER L'ANNO 2014   Coloro che intendono aderire all'Associazione Amici di Leonardo Sciascia, possono optare tra due formule:   1. “Pacchetto completo”, a fronte del quale i soci riceveranno nel corso dell'anno: L'edizione di testa della rivista annuale "Todomodo" (Editore Leo S. Olschki), ca.300 pagine, che riporta gli ultimi studi e ricerche sull'opera di Leonardo Sciascia. Essa ospita, tra gli altri articoli, anche  gli atti del Quarto Leonardo Sciascia Colloquium  svoltosi a Milano nel novembre 2013 sul libro di Leonardo Sciascia "1912+1". L'edizione di testa è arricchita da un'incisione sciolta, in tiratura numerata e firmata di Patrizio…
Cominciamo qui a pubblicare alcune delle interviste agli Amici di Leonardo Sciascia, in cui emerge il senso e il perché di un così forte sodalizio. Conosciuto in una galleria d’arte di Palermo dove la moglie Carla Horat esponeva le proprie opere, Renato Albiero inizia una amicizia intensa con Sciascia, fatta di silenzi altamente comunicativi, incontri, colloqui, scambio di opinioni, consigli e aiuti reciproci. Il primo libro che lesse di Sciascia fu “Le parrocchie di Regalpetra” e se ne innamorò.

Video collegato