Il 2 maggio si è concluso a Perugia il ciclo “Sciascia scrittore europeo”

Introdotta dal saluto di Giovanni Capecchi, italianista dell’Università per Stranieri di Perugia, martedì 2 maggio 2017, alle ore 16, a Perugia (Palazzo Gallenga, Sala del Consiglio – Piazza Fortebraccio, 4), si è svolta la quarta e ultima conferenza del ciclo «Sciascia scrittore europeo», organizzato dall’Associazione Amici di Leonardo Sciascia. La conferenza, dal titolo “ ‘È possibile una fraterna vicinanza?’ Sciascia e la Germania”, si inquadrava nel progetto Comunicare la letteratura e la cultura italiana” ed è stata tenuta da Albertina Fontana, membro dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia.

La conversazione si è proposta di presentare il rapporto, complesso e poco indagato, tra lo scrittore di Racalmuto e la cultura della Germania, come punto di partenza per una ricerca più vasta, che riguardi anche le altre aree della letteratura in lingua tedesca, in particolare quella austriaca.

 

Il ciclo «Sciascia scrittore europeo» ha avuto l’obiettivo di far conoscere l’apertura dello scrittore siciliano verso la cultura europea nel suo complesso, mettendo in rilievo i contatti da lui intrattenuti con interlocutori di vari paesi e smentendo chi, non sufficientemente informato, voglia relegarlo in una dimensione soltanto nazionale o addirittura regionale. Anche se legato principalmente alle culture francese e spagnola, Leonardo Sciascia non mancò infatti di cercare e approfondire la conoscenza con il mondo intellettuale di altri paesi, anche al di fuori dell’Europa. Presentato il 24 maggio 2016 da Ricciarda Ricorda, il ciclo di incontri è proseguito il 22 luglio con la conferenza tenuta da Maria Teresa Giaveri su “Leonardo Sciascia e la Francia” e il 14 dicembre con l’intervento di Francesca Corrao su “Leonardo Sciascia e il mondo arabo”.

Il ciclo si è posto in linea di continuità con due pubblicazioni della omonima collana – curata dall’Associazione Amici di Leonardo Sciascia in collaborazione con la prestigiosa casa editrice fiorentina Leo S. Olschki – intitolati Troppo poco pazzi. Leonardo Sciascia nella laica e libera Svizzera” (uscito nel 2011 a cura di Renato Martinoni) e Sciascia e la Jugoslavia” (uscito nel 2015 a cura di Ricciarda Ricorda).

Per la registrazione e maggiori informazioni:

(ingresso libero ma dietro registrazione)

Amici di Leonardo Sciascia:

areacentroQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.amicisciascia.it

Devi effettuare il login per inviare commenti