Grande partecipazione al primo incontro del "Novembre sciasciano" a Casarsa

Sciascia e Pasolini – Premio Brancati (1968) (per gentile concessione dell’Archivio Pro Loco Zafferana Etnea)

Promosso dal Centro Studi Pasolini in collaborazione con gli Amici di Sciascia, il convegno, intitolato suggestivamente PASOLINI E SCIASCIA: «ULTIMI ERETICI». Affinità e differenze tra due intellettuali soli e disorganici, «fraterni e lontani», ha  dato il via a Casarsa della Delizia (Pordenone), l’8 e il 9 novembre 2019, al ciclo di manifestazioni del «Novembre Sciasciano», ideato dagli Amici di Leonardo Sciascia e diretto da Filippo La Porta, nella ricorrenza del trentennale della morte di Leonardo Sciascia (1989-2019). Si è indagato sui rapporti tra due giganti della cultura del Novecento intorno a diversi temi: dal potere politico alla scuola, dal cinema alla sfera del sacro, dalla poesia alle recensioni. Al termine della prima giornata di conferenzenella sala del Centro Studi Pier Paolo Pasolini, è stata inaugurata una mostra dell'artista Edo Janich, ed è stata presentata, dal regista Roberto Andò, la XXV Cartella "Omaggio a Sciascia". Subito dopo, la lettura scenica "La notte delle lucciole" di Roberto Andò, nell'interpretazione di Marco Baliani, ha chiuso l'intensa giornata. 



Devi effettuare il login per inviare commenti