La Terrazza della Noce. Ricordi di vita con Leonardo Sciascia di Gaspare Agnello è una storia fatta di uomini e libri, di incontri e di luoghi. Un crocevia di tempo e spazio tra Racalmuto e Grotte che ha al centro la figura del grande scrittore siciliano. A chi, come all'autore del libro, è capitata la fortuna di incrociare Leonardo Sciascia sul proprio cammino, la vita è certamente cambiata, e le  passioni latenti, dalla politica alla letteratura, si sono liberate, poiché l'apprendistato presso il Maestro era lì a portata di mano, e non si poteva non approfittarne.

L'amicizia di Gasparino e Nanà nasce a poco a poco, a partire dagli anni ‘50. A scuola, da colleghi, prima; tra i libri e gli autori, nell'avventura del «Premio Racalmare», dopo. Di quei giorni lontani, Agnello fa un ritratto nitido e fresco, e riesce a entrare nelle pieghe della memoria senza alcuna esitazione, restituendoci un mondo che sembra di oggi, muovendosi con disinvoltura tra i grandi nomi della cultura letteraria del tempo. Dalle pagine di questo libro, emergono come immagini di un album fotografico ricordi di carta e di carne, figure di scrittori che sono rimasti nella letteratura, altri che non ce l'hanno fatta e che la penna di Agnello sottrae alla dimenticanza e restituisce alla parola scritta.