• Il ciclo "Sciascia scrittore europeo" entra nel vivo, con "Sciascia e la Francia"
    Il ciclo "Sciascia scrittore europeo" entra nel vivo, con "Sciascia e la Francia"

    Introdotta dai saluti di Giovanni Capecchi, italianista dell’Università per Stranieri (Palazzo Gallenga-Sala Goldoniana, piazza Fortebraccio 4), venerdì 22 luglio 2016, alle ore 17, a Perugia si è tenuta, nell'ambito del ciclo «SCIASCIA SCRITTORE EUROPEO» organizzato dall'Associazione Amici di Leonardo Sciascia e presentato lo scorso 24 maggio da Ricciarda Ricorda), la conferenza su «Sciascia e la Francia» con l'intervento di Maria Teresa Giaveri (comparatista e francesista dell'Università degli Studi di Torino, nonché chef d'équipe del progetto triennale di ricerca). Con il ciclo si vuole esplorare in profondità e far conoscere la vivacità dei rapporti intrattenuti dallo scrittore siciliano con culture e interlocutori di altri paesi, sfatando i luoghi comuni che troppo spesso lo relegano in una dimensione provinciale o in vieti clichés.

    in Area Centro
    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • APERTE LE REGISTRAZIONI al VII Leonardo Sciascia Colloquium: Sciascia e il cinema - A Torino l'11 e il 12 novembre
    APERTE LE REGISTRAZIONI al VII Leonardo Sciascia Colloquium: Sciascia e il cinema - A Torino l'11 e il 12 novembre
    "Porte Aperte - Leonardo Sciascia e il cinema": questo il titolo-tema del Leonardo Sciascia Colloquium in programma Venerdì 11 e Sabato 12 novembre. Si tratta del settimo appuntamento annuale dell’iniziativa itinerante degli Amici di Sciascia nata nel 2010 a Palermo.
    Per la prima volta saremo a Torino dove, sotto la direzione scientifica di Gabriele Rigola e in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e il DAMS, il Colloquium sarà articolato in quattro sessioni che passeranno in rassegna i molteplici e diversificati rapporti tra Leonardo Sciascia, la sua scrittura, le sue opere, e l’audiovisivo. Tre le aree di riflessione: le nuove prospettive di ricerca sul rapporto tra Sciascia e il cinema oggi (soprattutto a partire da recenti acquisizioni scientifiche e da ricerche su materiali d’archivio), le nuove indagini e metodologie intorno ai concetti di scrittura e le interpretazioni e analisi sui film adattati dai testi sciasciani, e infine l’ampliamento del dibattito intorno a una storia socio-culturale del cinema italiano attraverso l’opera di Sciascia.
    in Convegni-eventi
    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Sciascia e la Francia – Primo obiettivo superato con successo
    Sciascia e la Francia – Primo obiettivo superato con successo

    L’Associazione Amici di Leonardo Sciascia ha promosso il progetto triennale di ricerca “Leonardo Sciascia e la Francia” e, per finanziarlo, ha lanciato una campagna di crowdfunding finalizzata alla raccolta minima di 2.500 euro, da raggiungere entro il 29 maggio. L’obiettivo è stato raggiunto e superato dieci giorni prima della scadenza. Al 29 maggio, infatti, 78 sottoscrittori – che ringraziamo vivamente per la condivisione del nostro progetto – hanno versato l’importo complessivo di 3.038 euro.

    Il raggiungimento di questo primo obiettivo non significa tuttavia che la campagna di crowdfunding si interrompa. Saranno perciò molto graditi nuovi contributi, che andranno a incrementare i fondi destinati alla realizzazione del progetto.

    Tutti i contributi, dal più modesto al più cospicuo, sono stati e sono ugualmente benvenuti, perché sono al tempo stesso una manifestazione di affetto alla figura di Leonardo Sciascia e di fiducia nei confronti dell’Associazione. Se entro il 29 maggio non fosse stato raggiunto l’obiettivo minimo di 2.500 euro, gli importi versati sarebbero stati restituiti ai sottoscrittori e la campagna di crowdfunding si sarebbe chiusa con un fallimento.

    in Ultime notizie
    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Servizi segreti tra farsa e tragedia
    Servizi segreti tra farsa e tragedia

    “L’onorevole Tambroni appartiene a quella borghesia maschia e virile che si affaccia sui problemi sociali e politici senza infingimenti, ma soprattutto senza paure. È un lavoratore efficiente e metodico in un mondo di pigri, un solutore di problemi legislativi…”. Così lo descriveva – con assoluto sprezzo del ridicolo, si è tentati di commentare – una nota del suo ufficio stampa, riportata in Quelli del Palazzo. Album della Prima Repubblica, a cura di Guido Quaranta (Rizzoli, Milano 1993). Considerate anche queste caratteristiche del personaggio, non meraviglia troppo che il suo governo, un monocolore democristiano sostenuto dall’esterno dal MSI, sia stato uno dei più brevi della storia della Repubblica: rimase infatti in carica soltanto quattro mesi, dal marzo al luglio 1960, e cadde a seguito delle sanguinose dimostrazioni di piazza di Genova, Catania e Reggio Emilia.

    Membro dell’Assemblea Costituente e poi della Camera dei Deputati, prima di diventare Presidente del Consiglio, nel 1960, l’onorevole Fernando Tambroni a partire dal 1953 era stato più volte ministro: della Marina Mercantile, dell’Interno, del Bilancio e del Tesoro. E proprio ad alcuni passaggi della politica italiana degli anni 1958-1960, gli ultimi della carriera di Tambroni, è dedicato un articolo di Andrea Romano, intitolato “La polizia segreta di Tambroni” e pubblicato sulla Domenica de Il Sole 24 Ore del 26 giugno 2011.

    in Sciasciana
    Commenta per primo! Leggi tutto...

Attività e notizie

Libri e recensioni

  • "Feste religiose in Sicilia" cinquant'anni dopo
    Nel 1965 la Leonardo da Vinci Editrice di Bari pubblicava un volume di 222 pagine dal titolo Feste religiose in Sicilia. Gli autori erano Leonardo Sciascia, scrittore già molto noto grazie ai libri che aveva pubblicato fino ad allora – tra i quali Le parrocchie di Regalpetra, Gli zii di…
  • Sarde e altre cose allo zolfo – Leonardo Sciascia – Henry Beyle edizioni
    Un piccolo gioiello, questo «Sarde e altre cose allo zolfo», realizzato con cura e gusto dalle edizioni Henry Beyle. Si tratta di 49 paginette che inaugurano la collezione «Quaderni di cucina», elegantemente stampate su carta Erkall-Bütten, arricchite da una sovraccopertina su carta Ingres Fabriano carattere Garamond monotype corpo 11:  575…
  • Perrone: la profezia di Sciascia
    Questo volumetto contiene la trascrizione di una conversazione con lo scrittore, durata due intere giornate, nel 1978, quando Leonardo Sciascia aveva raggiunto il massimo successo letterario e partecipava anche alla vita politica. Gli argomenti sono i più vari: il potere segreto delle donne in Sicilia, la mafia, la vicinanza dello…

Sciasciana

  • Sciascia e Fitzgerald
    Nel 1979, circa quarantacinque anni dopo averlo visto la prima volta – a Racalmuto, all’età di dodici o tredici anni, e quindi nel 1933 o nel ’34 – Leonardo Sciascia ebbe occasione di rivedere, presso gli “archives du cinéma” di Bercy, nelle vicinanze di Parigi, il film di Marcel L’Herbier…
  • Figli, fratelli e una figlioccia d’Italia
    All’inizio del 1830 la situazione finanziaria di Henri Beyle è piuttosto precaria. Per lui si rende quindi necessario trovare un impiego, ma soprattutto uno stipendio, che gli garantisca la possibilità di vivere decorosamente, e di scrivere. La rivoluzione del luglio 1830, che vede la cacciata di Carlo X e l’ascesa…
  • Aldo Moro: la giustizia riparativa
    Non sapevo cosa fosse la “giustizia riparativa” o meglio ne avevo memoria vaga pensando al Sud Africa e ai suoi tribunali per la “Restorative Justice”, voluti da Nelson Mandela allo scopo di promuovere la riconciliazione nazionale dopo anni di feroce apartheid nel suo amato paese. Dopo la serata organizzata dall’Associazione…
  • Monumenti all'imbecillità
    In una lettera che Gustave Flaubert scrisse il 6 ottobre 1850 allo zio François Parain, da Rodi, è immortalato un tale “Thompson de Sunderland”. Il gentleman aveva avuto la brillante pensata di incidere o, più probabilmente, far incidere il suo nome – e la sua patria, come si diceva un tempo…
  • Due donne di Sicilia
    In una nota di Nero su nero, risalente alla campagna per il referendum sul divorzio della primavera del 1974, Sciascia racconta di un comizio in un paese della Sicilia interna. L’oratore cerca di convincere l’uditorio della necessità del divorzio, e lo fa portando degli esempi indiscutibili, ma viene sempre interrotto…
  • Cavalli e locomotive, ovvero oscurità di mente e fantasia
    Il 3 novembre 1880 per la stazione di Racalmuto transitò il primo treno. Si può immaginare che allo spettacolo fosse presente, se non tutta, gran parte della popolazione. Tra la folla c’era anche un certo don Camillo Picataggi, un “vecchio galantuomo” che non si era mai allontanato dal paese e…

Ricerca

Notizie

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Recensioni

  • Dieci Processi

    Alberto Savinio, Dieci processi, Palermo, Sellerio, 2003, pp. 85, euro 8Nella collana "La memoria" dell'editore Sellerio è uscito un libro
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

ALS - Area Nord

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

ALS - Area Centro

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Scuola

  • La parola agli studenti

    Con l’obiettivo di promuovere la conoscenza delle opere di Leonardo Sciascia presso le giovani generazioni, l’Associazione rivolge un’attenzione particolare al
  • 1
  • 2
  • 3

Sponsors

Campoverde
Silga
Studio Lascala
logo studio lavoro
Fondazione Crimi