PREMIO SCIASCIA 2012-2013: Vince Stanislaw Kluska

E’ Stanislaw Kluska, incisore, pittore, illustratore e poster designer, l’artista che si aggiudica il primo premio della settima edizione del Premio Leonardo Sciascia amateur d’estampes assegnato giovedì 31 gennaio nella magnifica Sala della Balla del Castello Sforzesco del Comune di Milano (vedi video).

Nei quindici anni di storia del Premio, è la seconda volta che un artista polacco -dopo Krzysztof Skórczewski che si affermò nella precedente edizione- a conseguire il massimo riconoscimento. Nato a Skala nel 1940 e oggi residente a Tychy, Kluska Urodzony w 1940 r. Prorektor 2001 - 2002; dziekan 1985 – 199, Klusha inizia nel 1958 gli studi superiori a Cracovia dove consegue nel 1964 il diploma all’Accademia di Belle Arti. Molte le mostre personali in diversi paesi europei dove partecipa a collettive tra le quali spiccano la Biennale di Lubiana (1987), l’International Print Biennale di Cracovia, (1984 e 1986), il Premio Internazionale per l’Incisione di Biella (1987 e 1990).

Nagrody: zdobył ponad 30 nagród i wyróżnień w kraju i za granicą.Vin HaVa

Kluska (vedi foto) vanta oltre 30 premi e onorificenze in patria e all'estero. Sin dal 1970 svolge attività di insegnamento alla Accademia di Belle Arti di Katowice di cui è stato Preside dal 1985 al 1990 e Rettore dal 2001 al 2002. L’opera con la quale ha vinto il Premio Sciascia è un’acquaforte eseguita nel 2007 in 50 esemplari dal titolo Peleton (vedi riproduzione). Il secondo artista classificato nel giudizio dei giurati del Premio è risultato ancora un polacco, di Cracovia, Kacper Bozek con l’opera incisa nel 2008 in 100 esemplari dal titolo (omonimo alle tecniche utilizzate) Mezzotinta vs Akwaforta (vedi riproduzione) mentre il terzo posto è andato infine al pittore, disegnatore e incisore parigino Jean-Baptiste Sechéret per l’opera incisa nel 2010 in 30 esemplari alla maniera a zucchero Peupliers et poiriers III (vedi riproduzione). Oltre al Gran Premio di 2500€ e il programma come artist-in-residence assegnato   al primo classificato, tutti e tre gli artisti riceveranno nel 2014 un pacchetto di tre mostre gentilmente donato da tre partners del comitato promotore del Premio: la Fondazione Il Bisonte, la Scuola Internazionale della Grafica e il Museo della Carta e della Filigrana, rispettivamente a Firenze, Venezia e Fabriano.

Nel corso della cerimonia di premiazione - che ha visto gli interventi di Claudio Salsi (direttore della Civica Raccolta Achille Bertarelli, Milano), Renato Albiero (presidente degli Amici di Sciascia e consigliere della Fondazione Whitaker di Palermo), Andrea Kerbaker (scrittore e collaboratore de Il Sole 24 Ore), Lorenza Salamon (presidente della Fondazione Federica Galli, Milano) e Francesco Izzo (ideatore del Premio Sciascia insieme a Gian Franco Grechi)- sono state anche comunicate le decisioni della giuria in merito a tre menzioni speciali, rispettivamente assegnate a Thomas Wood, Konstantin Kalynovych e Roberto Tonelli (vedi riproduzioni).

Complessivamente sono sei gli artisti che hanno conseguito il riconoscimento dopo un ciclo espositivo articolatosi in un anno segnato dall’ingresso di nuovi partners nel Comitato Promotore(vedi sommario)

Il giorno dopo la premiazione si è aperta nelle sale della Fondazione Federica Galli – Via Bianca Mano 26 – a Milano, l’ultima delle cinque mostre del ciclo espositivo della settima edizione, prima della donazione delle 26 opere in concorso alla Civica Raccolta Achille Bertarelli. La mostra milanese,curata da Lorenza Salamon, è visitabile sino al 23 febbraio 2013(dal martedì al venerdì, dalle 15 alle 19. Per maggiori informazioni: +39-345-00 81 289). Scarica invito.

 


Video

Devi effettuare il login per inviare commenti